Google+ Salvatore Gabrielli: Il bene e il male

Tutto il mio Blog

mercoledì 28 maggio 2014

Il bene e il male


Sono sempre propenso a credere che nell'uomo e in questo mondo ci sia del bene, ma a volte faccio una fatica mostruosa a mantenere questa convinzione.
Vedo molte persone che stanno male, lavoro, disagio, povertà, emarginazione, razzismo, violenza, sono tutte cose che si stanno facendo sempre più presenti e pressanti.
Come si fa a trattar male qualcuno solo perché ha la pelle di un'altro colore, come si fa a violentare generazioni intere togliendogli la speranza del lavoro, come si fa a pretendere da un povero che questo paghi l'affitto se non può mangiare, come si fa a negare aiuto a chi parla una lingua diversa o crede in un Dio diverso?
Io non lo so, ma Vì dico che secondo me a questo mondo vige la logica dell'illogico.
Tutto sembra andare contro i dettami che la natura e Dio ci hanno dato, oggi vale solo il denaro a discapito di qualunque forma di sentimento di benevolenza.
Qualcuno diceva che in ognuno c'ê del buono eppure io fatico a crederlo.
Ogni giorno ai sente che qualcuno ha ammazzato qualcun'altro in nome di interessi sempre insignificanti.
Io forse vivrò in un mondo tutto mio e certe cose non le accetto, per me il malato va curato sempre anche se non paga il ticket o se di un'altra nazione, per me i profughi sono disperati che fuggono dai problemi senza volerlo essere per altri e vanno aiutati, per me la povera gente rimane l'unico motivo vero per cui debba esistere uno stato degno e giusto.
Nel mondo esiste tanto di quel male che la metà basterebbe per l'intero universo e ancora non siamo stanchi di aumentarlo.
Bisogna fare il bene, la soluzione è unica ed imprescindibile per ognuno di noi, fare il bene.
Quando vedete un bambino non chiediamoci da dove viene o in cosa crede ma chiediamoci se sta bene o se ha fame e vedremo il mondo migliorare.
Io sono orgoglioso si essere italiano e di far parte di quella parte di popolo che sa tendere una mano a chi ne ha bisogno.
Sono italiano, nel sangue e nella mente ed è per questo che prima mi sento cittadino del mondo, altrimenti sarei solo un ipocrita che crede che vivere e curare il proprio orto sia tutto il possibile che si possa fare.
Amate il prossimo, fate del bene e Vì verrà restituito per mille volte, amatevi e non odiate mai, l'essere umano non è stato fatto per odiare.
Grazie per aver letto, spero che Dio ti aiuti.

Nessun commento:

Posta un commento